Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Allaccio Fotovoltaico: quanto tempo ci vuole per averlo attivo?

Diventare un produttore di energia elettrica è un’esperienza fantastica, ma richiede alcuni passaggi.
un uomo tiene un orologio in mano con lo sfondo un impianto fotovoltaico. Illustra che per avere un impianto attivo bisogna attendere i tempi di connessione e autorizzazione.

Allaccio Fotovoltaico: quanto tempo ci vuole per averlo attivo?

Diventare un produttore di energia elettrica è un’esperienza fantastica, ma richiede alcuni passaggi.

Forse hai parlato con il tuo vicino. Ti ha detto che è molto felice di essere passato all’energia solare. Oppure ti sei finalmente reso conto che l’energia fotovoltaica è un’ottima soluzione per la tua azienda. Finalmente hai scoperto e trovato il professionista giusto con cui approfondire l’argomento, e ti sei accorto che è affidabile. Adesso hai preso la determinazione di dare il tuo prezioso contributo per l’ambiente. Telefoni il tuo punto di riferimento per acquistare l’impianto e firmi il contratto.

È deciso, adesso puoi essere fiero di diventare un nuovo produttore di energia solare. Oppure sei contento di aver fatto nuovamente un saggio investimento. Probabilmente cominci a immaginare che una volta ordinato l’impianto, per averlo allacciato alla rete pubblica o all’Enel è sufficiente attendere i tempi di consegna. Un po’ come quando ordini una pompa di calore domestica, appena arriva a casa chiami l’installatore che te la monta e il gioco è fatto. La puoi utilizzare subito.

Ecco. devi sapere che per un impianto fotovoltaico non è proprio la stessa cosa. Diventare un produttore di energia elettrica è un’esperienza fantastica, ma richiede alcuni passaggi. 

In linea generale tieni conto che se scegli un impianto connesso alla rete elettrica i tempi di allaccio dell’impianto previsti dal gestore sono quelli necessari per poterlo utilizzare appieno. Al contrario se installi un impianto senza allaccio Enel i tempi sono più brevi. 

Quanto tempo ci vuole per avere il classico fotovoltaico attivo e connesso alla rete? Anche se un impianto domestico si installa in alcuni giorni, orientativamente avrai l’impianto realmente attivo a partire da 2 mesi nel caso di connessioni di tipo semplice, fino ad arrivare a 5 mesi per operazioni complesse. Per le applicazioni aziendali e industriali ci sono da fare una serie di valutazioni che vedremo di seguito.

Per questo motivo quando si ha in mente un intervento simile, bisogna programmarsi con sufficiente anticipo. Ma partiamo dall’inizio, e ragioniamo sulle tempistiche di ogni passaggio. Dicevamo, hai finalmente acquistato il tuo impianto solare, cosa accade ora?

Calcola i tempi per il finanziamento

Questo passaggio è abbastanza semplice. Se l’acquisto lo hai effettuato tramite finanziaria o finanziamento bancario, devi attendere i tempi per l’approvazione, per un impianto domestico può andare dai 2 giorni fino a 15. Se invece come modalità di pagamento hai scelto il bonifico bancario, allora tutto l’iter parte da quando l’azienda installatrice riceve il pagamento.

Da qui partirà l’ordine e se a magazzino ci sono tutti i componenti necessari, dovrai attendere brevi tempi di consegna, forse fino a una settimana massimo. Naturalmente escludi i periodi critici, come il mese di agosto e di dicembre, perché tutto rallenta, anche i trasporti. Se possibile cerca di acquistare l’impianto diversi mesi prima.

Le necessarie autorizzazioni amministrative

Un’azienda seria, prima di dare seguito al contratto ha già verificato se esistono particolari difficoltà in merito alle autorizzazioni da ottenere per installarti l’impianto. È uno dei primissimi passaggi che dovrebbe fare. 

Anche in questo caso gli impianti fotovoltaici domestici sono agevolati: fino a 20 kW rientrano tra gli interventi di edilizia libera. Quindi è sufficiente una comunicazione preventiva e se il comune non ha nessuna riserva si può partire presto per l’installazione.

Questo è vero a condizione che la tua casa non si trovi in zone con vincoli paesaggistici, ma se anche fosse non preoccuparti eccessivamente. Ora anche questo aspetto è stato semplificato parecchio. 

Spesso la cosa importante è che i pannelli fotovoltaici seguano l’architettura della casa. In particolare, se la superficie occupata non supera i 20mq e i moduli sono perfettamente complanari al tetto allora farai molto presto. Qui alcuni dettagli:

In tutti gli altri casi è necessario sapere se devi ottenere autorizzazioni dal comune, dalla provincia, dalla regione o dalla soprintendenza. Più sali di livello e maggiori sono i tempi di attesa. 

Comunque puoi stare tranquillo, i  partner di Mister Kilowatt sanno gestire molto bene ogni situazione. Dovrai solo monitorare la situazione e avere da loro una stima delle tempistiche.

Una volta che hai le autorizzazioni necessarie adesso i tecnici specializzati possono partire con il loro lavoro.

L’effettiva installazione dell’impianto fotovoltaico

È chiaro che ci sono diverse variabili da considerare. In condizioni standard una squadra di tre operai può installare 3 kW in un giorno al massimo due. Invece 6 kW? 

Potresti pensare sia il doppio del tempo. No, in realtà non è così, perché per gli operai si tratta solo di installare più pannelli, ma nella maggioranza dei casi l’inverter è sempre uno anche se diverso. Inoltre, la quadristica anche se leggermente più complessa rimane la stessa. Sempre in condizioni standard, in due o massimo tre giorni è installato.

Per gli impianti commerciali e industriali, invece, molto dipenderà da quanti operai verranno impiegati. Questo infatti potrebbe essere uno degli elementi che ti serviranno per valutare a chi affidare i lavori.

Il tempo necessario per averlo connesso

Se non ci sono particolari difficoltà di altro genere, questo passaggio è il più importante ed è quello che assorbirà tempo maggiormente. È talmente importante che le tempistiche sono state definite dalla normativa italiana. Chiaro, non devi pensarci tu direttamente, ma i nostri partner selezionati, che fanno pratiche per la connessione praticamente tutti i giorni.

Si, ma poi dietro le quinte come funziona?

Nella maggioranza dei casi la procedura è stata semplificata.

Se il tuo impianto:

  • Viene allacciato ad un punto di prelievo in bassa tensione, già esistente, e che non abbia già collegati altri impianti di produzione elettrica,
  • È di potenza inferiore o uguale alla potenza già impegnata sul punto di prelievo (ad esempio comunemente si dice che se il mio contatore è da 3 kW, il mio impianto non può superare tale taglia)
  • Ha una taglia, in ogni caso, fino a massimo 20 KW di potenza
  • Verrà realizzato su tetto
  • Dovrà allacciarsi in rete con la modalità di “Scambio sul Posto” col Gse.

Allora si potrà utilizzare l’iter semplificato per il fotovoltaico. In questo caso la ditta provvederà per conto del richiedente ad interfacciarsi solo con Enel Distribuzione. Sarà poi Enel Distribuzione ad avviare tutte le pratiche per ottenere le autorizzazioni amministrative necessarie, per attivare la convenzione in Scambio sul posto con il Gse e naturalmente ad attivare le procedure per la connessione dell’impianto.

Iter semplificato per fotovoltaico. Procedure più veloci.

Possiamo dividerla in due fasi. Prima di installare l’impianto deve essere compilato e inoltrato a Enel Distribuzione il Modello Unico, la prima parte. Dopo di che, il gestore di rete, ha 20 giorni lavorativi per inviare la comunicazione al comune, avviare le pratiche per la connessione, fare richiesta al Gse. Se in questa fase non ci sono particolari difficoltà, si passa alla seconda fase. 

Questa è successiva all’ultimazione dei lavori e quindi al collaudo dell’impianto. In questo caso bisogna spedire la seconda parte del Modello Unico, ed entro 10 giorni lavorativi viene attivata la connessione. Generalmente il costo di questa operazione è di appena 100€.

Quindi riassumendo Enel Distribuzione si prende in totale almeno 30 giorni lavorativi, ma poi devi considerare le autorizzazioni comunali (se non ci sono vincoli particolari), tempi di consegna del materiale e installazione. Quindi nella maggioranza dei casi pensare di avere un fotovoltaico domestico attivo entro due mesi è ragionevole. Puoi festeggiare! Da qui a 40 anni i nostri moduli ti regaleranno tantissima energia solare.

Anche se nella maggioranza dei casi si può applicare la procedura semplificata, naturalmente devi tenere conto che sono previste tutta una serie di casistiche e imprevisti tecnici. In questo caso i tempi si allungano, è normale.

Se invece non possiedi i requisiti per sfruttare questo iter allora si dovranno fare ulteriori analisi.

In particolare, per comprendere le tempistiche per gli impianti commerciali e industriali sarà utile studiare il TESTO INTEGRATO DELLE CONNESSIONI ATTIVE – TICA. Per comodità in questo articolo ti inserisco i riferimenti e i link utili per ulteriori approfondimenti.

https://www.e-distribuzione.it/it/a-chi-ci-rivolgiamo/produttori.html

https://www.arera.it/it/docs/08/099-08arg.htm

https://www.arera.it/allegati/docs/08/099-08argallnew.pdf

Scopri di più su:
condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Attenzione

Le detrazioni fiscali al 50% e il super ammortamento scadono il 31 dicembre 2019.

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Correlati

Sconto fiscale 50% entro il 31 dicembre 2019!
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti per generare statistiche di uso/navigazione e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi scegliere se abilitare o meno i cookie . Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Per saperne di più: Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.