Solare termico chiavi in mano a soli 990 euro anziché 3mila. Come?

Come pagare solo sui mille euro per la fornitura di un buon solare termico installato in casa e funzionante? Facile con il Conto Termico.

Solare termico chiavi in mano a soli 990 euro anziché 3mila. Come?

Come pagare solo sui mille euro per la fornitura di un buon solare termico installato in casa e funzionante? Facile con il Conto Termico.

Se esiste un sistema ad energia rinnovabile che andrebbe installato da tutti quelli che hanno la disponibilità di circa 4 – 6 metri quadri questo è l’impianto solare termico.

Moltissime famiglie stanno approfittando degli incentivi del conto termico per avere un ottimo impianto con una spesa decisamente limitata: dai 900 ai 1100€, mentre il valore complessivo di tutto il sistema, compresa di installazione professionale standard, autorizzazioni comunali e accessori per avere un “chiavi in mano” si aggira intorno ai € 3.000,00.

Solare Termico: La modalità che ha più successo

Il pannello solare termico nella maggioranza dei casi viene impiegato per produrre acqua calda sanitaria. Cosa si intende per acqua calda sanitaria (o ACS)? 

L’acqua calda che utilizziamo per lavare e lavarci e che si distingue dall’acqua tecnica che è quella utilizzata per gli impianti di riscaldamento.

L’acqua che si utilizza per l’igiene personale può essere generata con diversi sistemi, ad esempio attraverso una caldaia a gas, una pompa di calore o dei pannelli solari.

Immaginiamo un esempio concreto. Acquistiamo un impianto solare termico a circolazione naturale con queste caratteristiche (vedi immagine di esempio):

Impianto Solare Termico
  • nr. 2 pannelli da 2 metri quadri ciascuno;
  • nr. 1 boiler da 300 litri nominali (270 effettivi), utile per una famiglia che ha fino a 5 componenti;
  • Installazione specializzata con tutto l’occorrente per il buon funzionamento del sistema;
  • Pratiche utili per ottenere le autorizzazioni necessarie e gli incentivi a cui si può accedere.

In pratica stiamo parlando di un impianto solare termico chiavi in mano da 300 litri con 2 pannelli solari chiamate anche “piastre captanti”. 

Quanto può costare sul mercato un buon solare termico di questo tipo? Più o meno sui € 3000,00 – € 2800,00 euro.

Attualmente ci sono due incentivi statali di cui ci possiamo avvalere, dobbiamo scegliere, non possiamo ottenerli entrambi.

Solare Termico ed Ecobonus del 65%

Il primo che potrebbe sembrare il più conveniente è la detrazione fiscale del 65%. Quindi se un impianto solare termico compreso di tutto ti costa circa 2800€ grazie all’ecobonus puoi recuperare 1820€. 

Questo se ogni anno devi pagare l’Irpef e puoi applicare le detrazioni, quindi il costo effettivo a carico della tua famiglia sarebbe di 980 circa.

Una soluzione super conveniente, l’unico problemino è che purtroppo recuperi quell’importo mediante sconto fiscale in 10 rate uguali (182 euro all’anno). 

Inoltre, con questa formula devi prima sborsare l’intero importo (o utilizzare eventualmente una finanziaria) e poi recuperare in 10 anni le quote che ti spettano.

Leggi anche

Riguardo all’ecobonus puoi trovare alcuni approfondimenti sul sito ufficiale dell’Enea cliccando qui. Altre informazioni utili le trovi nel sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate cliccando a questo link.

Solare Termico con Conto Termico

Il secondo è invece quello più apprezzato. È legato al nuovo Conto Termico. 

In particolare, le proposte che possono farti le aziende chiamate ESCo (Energy Service Company) hanno l’opportunità di proporti una soluzione avvincente: tu paghi solo una parte dell’impianto (che può essere di circa 900-1100€) mentre la restante parte verrà recuperata dall’azienda richiedendola al GSE (l’ente statale che eroga gli incentivi).

Quindi in quest’ultimo caso non avrai un esborso di tutto l’importo, ma solo della parte di tua competenza (900-1100€) senza dover aspettare i tempi avvolte piuttosto lunghi per ottenere TUTTI gli incentivi in modo completo. 

Attenzione però, non tutte le aziende possono proporti questa soluzione, possono fare questa operazione solo aziende ESCo. Se vuoi possiamo metterti in contatto con alcune di queste per saperne di più.

Tieni conto che puoi accedere al Conto Termico anche senza una ESCo. 

In questo caso però dovrai anticipare l’intero importo dell’intervento e recuperare successivamente l’incentivo avviando una pratica sul portale GSE (solitamente eseguito da un professionista). 

Secondo quanto stabilito dal D.M. 28/12/2012 e dalle successive modifiche, se gli incentivi che devi ricevere non superano 5.000 euro potrai incassarli in appena 2 mesi.

Attenzione però, lo stato mette a disposizione un fondo di 900 milioni di euro all’anno. 

Ad oggi secondo quanto indica il “contatore” del Gse siamo arrivati a circa 404 milioni e le richieste si stanno moltiplicando a ritmi sempre più importanti visto che molti si stanno “accorgendo” di questo buon affare. 

Raggiunta la soglia, suddivisa tra pubblica amministrazione e privati, non si potranno fare altri interventi con questa modalità fino all’anno successivo.

Puoi trovare ulteriori info nel sito ufficiale del Gse: Conto Termico.

Perché il solare termico è assolutamente conveniente

Grafico Calcolatrice Salvadanaio
Risparmiare con il Solare Termico è molto facile

Non ci sono dubbi che con questi generosi incentivi il pannello solare termico contribuisce in modo deciso ad abbattere i costi necessari a produrre acqua calda sanitaria sia per famiglie, ma anche per aziende che ne fanno uso.

Ad esempio, una famiglia di 3 persone potrebbe spendere circa 450 euro ogni anno per riscaldare l’acqua. 

Un impianto solare termico di buona qualità ben dimensionato e posizionato permetterebbe loro di risparmiare fino all’80%, che tradotto sono circa 360€. 

Praticamente in 3 anni si recupera tutta la spesa e nel corso di 20 anni il risparmio può raggiungere 6000€ (basta fare 360€ per 17 anni). 

Non si può dire certo che non sia conveniente, anzi dovrebbero installarlo tutte le famiglie che ne hanno la possibilità e i requisiti.

Certo è vero che bisogna mettere in conto anche la questione manutenzione, ma spesso la cosa è molto semplice e non è necessaria così spesso.

In pratica si traduce nel rabbocco del liquido glicole (una tanica costa sui 15€) raramente necessario, mentre più importante è la sostituzione dell’anodo di magnesio utile affinché non si buchi il boiler (da verificare se necessaria una volta all’anno, lo trovi a 30€) anche se non tutti i sistemi ne hanno bisogno. 

Periodicamente poi bisognerà verificare la tenuta della struttura di supporto.

Scegli bene gli installatori

Potresti pensare che in fondo si tratti di un’installazione simile a quella di uno scaldabagno. In realtà non è così, non bisogna semplicemente collegare due tubi. Intanto nella maggioranza dei casi va posizionato sul tetto. Se deve rimanere li per 20 anni in che modo andrà fissata la struttura? Il professionista saprà molto bene come fare.

Poi ci sono valvole di sicurezza, vaso di espansione adatti, eccetera. Dovresti poi poter disporre delle autorizzazioni necessarie che dipenderanno molto anche dal comune e dalla regione di residenza.

In ogni caso se ti trovi in una zona vincolata allora dovrai pensare ad un’autorizzazione paesaggistica semplificata. 

Attenzione però in questo caso potresti avere la necessità di installare un impianto solare termico a circolazione forzata (collegato ad un boiler posizionato non sopra i pannelli ma ad esempio in un locale tecnico e azionato con apposito circolatore). 

Questo perché avere il boiler sopra i pannelli potrebbe impedirti di ottenere il permesso. 

In ogni caso non è detto che non ti accettino l’installazione del solare termico a circolazione naturale (quindi con boiler sopra i pannelli), molto dipende dalla visibilità che il sistema può avere dalla via pedonale.

Per essere pienamente soddisfatto del tuo impianto solare termico hai bisogno di affidarti ai professionisti del settore, in particolare ad un’azienda ESCo.

Per la riuscita di questo affare è importante soddisfare determinati requisiti tecnici. 

Scopri se li soddisfi fornendo le tue informazioni di seguito. Il sopralluogo/preventivo è gratis e senza impegno. 

Più informazioni su
condividi l'articolo