Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Facebook Pixel [noscript]” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Corsa agli Incentivi anche per Rinnovabili: attenzione al 4 aprile

Forse molti non ne sono a conoscenza, ma il 4 aprile (ore 12) è il click day per accedere agli incentivi destinati alle aree di crisi.

Corsa agli Incentivi anche per Rinnovabili: attenzione al 4 aprile

Forse molti non ne sono a conoscenza, ma il 4 aprile (ore 12) è il click day per accedere agli incentivi destinati alle aree di crisi.

Forse molti non ne sono a conoscenza, ma il 4 aprile (ore 12) è il click day per accedere agli incentivi destinati alle aree di crisi. Qualcuno penserà che non gli riguarda, ma in realtà le regioni interessate partono dalla Lombardia fino ad arrivare alle Isole maggiori.

Gli incentivi ammontano a 124 milioni di euro destinati dalla L.181/89 anche per le fonti rinnovabili e il risparmio energetico.

Chi può beneficiare di questi incentivi?

Gli incentivi sono rivolti a piccole, medie e grandi imprese, economicamente e finanziariamente sane.

Quali tipi di interventi?

a)       nuovi stabilimenti che applicano soluzioni innovative;

b)      riqualificazione con eventuale ampliamento di sedi produttive coerentemente con modifiche dei processi produttivi;

c)       l’acquisto di uno stabilimento o di sue parti.

Le agevolazioni legate al settore delle energie rinnovabili

Tra gli interventi ammessi ci sono quelli che promuovono l’uso di rinnovabili e di sistemi per il risparmio energetico.

Le domande possono essere presentate solo da società di capitali, cooperative e consortili precedentemente costituite rispetto alla data di richiesta delle agevolazioni.

Agevolazioni previste

La legge di riferimento prevede tre tipi di agevolazioni che nell’insieme non possono superare la soglia del 75% sull’investimento complessivo.

·       Finanziamento agevolato per il 50% da restituire al massimo in 10 anni.

·       Finanziamento a fondo perduto non superiore al 25% dell’investimento (a seconda della dimensione e della localizzazione dell’azienda)

·       Partecipazione al capitale d’impresa

Questo è quanto ha determinato il decreto del Ministero per lo Sviluppo del 24 febbraio che definisce i termini e le modalità per presentare le richieste degli incentivi in relazione alla legge 181/1989 per investimenti in aree di crisi.

Ma quali sono le aree interessate? Puoi visionarle a pagina 3 di questo documento (clicca qui)

Sei interessato a saperne di più? Hai bisogno di supporto al riguardo?

Lasciaci i tuoi dati, ti faremo contattare dagli esperti. (Informativa per la Privacy)

Scopri di più su:
condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Simula

il tuo impianto

fotovoltaico

Scopri subito quanto costa e quanto puoi guadagnare grazie al solare fotovoltaico.

Articoli Correlati

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti per generare statistiche di uso/navigazione e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi scegliere se abilitare o meno i cookie . Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Per saperne di più: Cookie policy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.