Fotovoltaico con l’accumulo: è sempre necessario per avere l’energia solare?

Il fortissimo interesse per i sistemi di accumulo è sotto gli occhi di tutti. Alcuni si chiedono se le batterie siano sempre necessarie. In questo articolo daremo risposta a questa domanda.
villa illuminata tramite l'energia solare generata dal fotovoltaico con accumulo

Fotovoltaico con l’accumulo: è sempre necessario per avere l’energia solare?

Il fortissimo interesse per i sistemi di accumulo è sotto gli occhi di tutti. Alcuni si chiedono se le batterie siano sempre necessarie. In questo articolo daremo risposta a questa domanda.

Si sente parlare tanto di fotovoltaico con accumulo che ti chiedi se le batterie sono essenziali per avere un impianto completo. Quindi la domanda che alcuni si fanno è: posso utilizzare i pannelli solari senza batterie? La risposta diretta è si, si può. Certamente ci sono dei vantaggi nell’avere una “batteria solare”, ma non è la soluzione migliore per tutti. 

Ti indichiamo ora quando avere un sistema di accumulo può esserti di aiuto e quando forse non lo è.

La rete: è come una batteria gigante.

La mattina presto (poco prima dell’alba o quando la luce del sole è ancora debole) e durante la sera (quando la luce del sole si attenua) la produzione di energia solare è inferiore. Spesso però, soprattutto la sera, per le famiglie il bisogno di energia è maggiore.

Ti stai svegliando e ti stai preparando per la giornata, oppure stai per cenare e fare i compiti con i bambini. Questi sono i momenti in cui avrai bisogno di molta energia, ma è anche il momento in cui l’energia proveniente dai pannelli solari sta iniziando a produrre o sta diminuendo. 

Durante questi periodi (e specialmente di notte) le persone che hanno il fotovoltaico di solito attingono energia dalla rete, che funge da gigantesco sistema di riserva energetica. Quando il sole splende, usi la tua  energia fresca e diretta generata dal sole, quando non splende, attingi dalla rete elettrica. 

Questo tipo di installazione è chiamata grid-connected. Potrebbe essere considerato un modo per “immagazzinare energia” senza bisogno di un sistema di accumulo. 

Probabilmente a mezzogiorno produrrai ancora più energia di quella di cui hai bisogno, quando il sole splenderà alla grande. Con la connessione del tuo impianto alla rete nazionale quell’energia in eccesso verrà inviata automaticamente così da guadagnare credito

Questo significa essenzialmente “immagazzinare” energia in rete così da poterla usare in seguito. Quando hai bisogno di energia durante la notte, il tuo sistema preleva direttamente dalla rete compensandosi con ciò che hai già inviato. 

L’obiettivo dello “scambio sul posto” è proprio questo. Cercare di compensare l’energia che immetti con quella che prelevi. In passato questo avveniva direttamente in bolletta. Oggi avviene tramite uno scambio monetario. Vieni pagato per l’energia solare che immetti sulla base dell’energia che hai prelevato e pagato dalla rete. Alcuni lo considerano semplicemente un rimborso della bolletta. 

Sistemi ibridi: quando una batteria può essere realmente utile

Un batteria con sistema di backup potrebbe rivelarsi particolarmente utile per le persone che:

  • Vivono in aree con una rete elettrica inaffidabile
  • Vivono in una regione con frequenti disastri naturali

Ti piace l’idea di essere completamente indipendente dalla rete o di utilizzare il 100% di energia pulita? Allora probabilmente la risposta la puoi trovare in un fotovoltaico con accumulo, ma è necessario pensare anche a tutta una serie di interventi di efficienza energetica per ridurre il fabbisogno energetico. 

Per chi vuole utilizzare energia totalmente green, e non ha un sistema di accumulo, potrebbe ragionare sul fatto che quando preleva energia dalla rete sta semplicemente recuperando quella che ha già precedentemente consegnato. Purtroppo non è proprio così, in realtà, l’energia arriverà da un “bacino” generale che includerà anche elettricità prodotta tramite combustibili fossili (carbone, gas, petrolio, etc.). Questo è un buon motivo che spinge alcuni a dotarsi di un fotovoltaico con accumulo

I sistemi ibridi sono gli impianti fotovoltaici con accumulo collegati alla rete. Quando l’impianto è fatto a regola d’arte tra i due sistemi nasce un’importante sinergia. I sistemi di accumulo di ultima generazione sono progettati per aiutarti a massimizzare l’utilizzo della tua energia solare. Inoltre, sono dotati di sistema di backup, per i carichi prioritari, così non rimani al buio nel caso di interruzioni dovute alla rete elettrica. 

Off-grid: quando il fotovoltaico deve essere necessariamente allestito con l'accumulo

Vivi in un’area remota, magari possiedi una casa in montagna o una baita dove puoi rilassarti a contatto con la natura. Il problema è che non ti arriva la connessione elettrica per alimentare i tuoi dispositivi. Potresti anche avere la possibilità di allacciare il tuo impianto elettrico, ma i costi sono elevatissimi. 

Qual è stata per molti la soluzione più semplice? Facile, basta un bel generatore elettrico a gasolio e tutto sembra risolto. Questo è vero, ma poi ti rendi conto che quel generatore sta contribuendo alla rovina di quel paesaggio che tanto ami, è rumoroso e soprattutto ogni anno ti fa spendere veramente tante risorse. 

Un impianto fotovoltaico con accumulo ad isola è la soluzione a tutti questi problemi. Potrai utilizzare il generatore al minimo, giusto nei momenti in cui l’energia solare non sia sufficiente. Se ci vivi tutto l’anno l’impianto lo ammortizzi in pochissimo tempo e i vantaggi che ne puoi trarre possono essere enormi. 

Quando il sistema di accumulo non ti serve

Il discorso di scambiare l’energia con la rete ti piace, e se fai un impianto fino a 500 kW l’energia che ti viene rimborsata non viene nemmeno tassata. Eventuali blackout dalla rete sono rari e non ti preoccupano.  A questo punto cominci a soppesare i costi di un sistema di accumulo e cerchi di capire se è utile per te.

Però magari ti infastidisce il fatto che ad esempio la notte devi prelevare energia che in parte potrebbe provenire da fonti fossili. La soluzione è semplice in questo caso: potresti scegliere un operatore nel mercato libero che certifica la provenienza della propria fornitura solo da fonti rinnovabili. 

È vero che con un sistema di accumulo potresti accedere ad incentivi statali e regionali, ma dovresti verificare comunque che tra i requisiti richiesti non ci sia la necessità del collegamento alla rete. 

Se hai qualche domanda o vorresti approfondire qualche aspetto, i nostri tecnici partner sono disponibili ad aiutarti a capire quale sia il migliore impianto per te. Clicca sul pulsante è gratis e senza impegno. 

Fotovoltaico con l’accumulo: è sempre necessario per avere l’energia solare?
5 (100%) 1 vote[s]
Scopri di più su:
condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Attenzione

Le detrazioni fiscali al 50% e il super ammortamento scadono il 31 dicembre 2019.

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

in primo piano